Cellatica

La zona di produzione dei vini Cellatica Doc comprende in tutto o in parte il territorio dei comuni di Rodengo Saiano, Gussago, Cellatica, Collebeato, Brescia in provincia di Brescia.

Andrea Bacci, alla fine del 1500, descrivendo l’agricoltura dell’Italia Settentrionale affermava che il territorio di Brescia superava il resto della regione trans-padana nella fecondità di ogni frutto, ma specialmente nei vini. L’antica fama del vino di Cellatica non è mai venuta meno superando agevolmente sia le storiche avversità di origine patologica che afflissero il Continente, sia lo spopolamento di queste colline, favorito dalla vicinanza della città industriale.

Nell’Atlante Economico Geografico del Senator Arturo Marescalchi, edito nel 1911, è riportato fra i vini della provincia di Brescia (quelli commercialmente più noti), il Cellatica che si poteva trovare nei migliori ristoranti e fra la lista dei vini pregiati delle maggiori case vinicole lombarde. Ma ancora più che gli scritti e i documenti è la tradizione che ha valorizzato i vini di questa zona, a tal punto che, pronunciando il nome di Cellatica nessuno poteva dissociare il pensiero dal vino ivi prodotto.

Il Cellatica Doc viene prodotto anche nella tipologia Superiore.

 

 Vitigno

Marzemino (Berzemino) minimo 30%, Barbera minimo 30%, Schiava Gentile (media e grigia) minimo 10%, Incrocio terzi n.1 (Barbera per Cabernet franc) minimo 10%. Possono concorrere alla produzione di detto vino congiuntamente o disgiuntamente, anche le uve provenienti da vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia presenti nei vigneti sino ad un massimo complessivo del 10%.

 Caratteristiche

Aspetto    Colore rosso rubino.
Profumo   Il profumo è vinoso, tipico.
Gusto  

Il sapore è sapido, asciutto, con retrogusto leggermente amarognolo

Gradazione   La gradazione minima prevista è di 11,50% vol. Il vino Cellatica avente il diritto alla qualificazione “Superiore” all'atto dell’immissione al consumo dovrà avere un titolo alcolometrico volumico totale minimo del 12,00% vol. 
Età ottimale   La tipologia Superiore della Doc Cellatica deve avere almeno un anno di invecchiamento.

 Calice e servizio

Va servito alla temperatura di 16-18°C in calici da vino rosso.

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Cellatica
  • Cellatica Superiore 

Abbinamento con i   cibi

Si abbina perfettamente a primi piatti, risotto ai funghi, salumi, carni rosse, grigliate.