Garda

La DOC Garda è una delle tre Denominazioni di Origine Controllata interregionali condivise dalla regione Lombardia e dal Veneto.

La zona di produzione del Garda Doc comprende - in Veneto - alcuni territori della provincia di Verona - in Lombardia - in provincia di Mantova, l'intero territorio dei Comuni di Monzambano, Ponti sul Mincio e in parte il territorio dei Comuni di Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Solferino e Volta Mantovana, in provincia di Brescia (anche con la specificazione "Classico"), comprende l'intero territorio dei Comuni di Bedizzole, Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Limone sul Garda, Lonato, Manerba del Garda, Moniga del Garda, Muscoline, Padenghe sul Garda, Polpenazze, Pozzolengo, Puegnago, Roè Volciano, Salò, S. Felice del Benaco, Sirmione, Soiano del Lago, Tignale, Toscolano Maderno, Tremosine, Villanuova sul Clisi e Vobarno.

La coltivazione della vite in queste zone risale ai tempi degli Etruschi, che vi importarono le tecniche di vinificazione. Le peculiari caratteristiche del lago di Garda, ed in particolare il suolo morenico e il clima mite, hanno portato allo sviluppo di questa coltura fino a farla diventare molto importante per l'economia del territorio, grazie anche agli ottimi risultati ottenuti dai viticoltori che hanno sempre perseguito la ricerca della qualità per le loro produzioni. I vigneti si alternano agli ulivi e ricoprono le colline gardesane con i loro colori, diversi in ogni stagione. La denominazione è abbastanza recente ed è nata per qualificare alcuni vini da monovitigno tradizionalmente prodotti in zone dove esistevano soprattutto consolidate denominazioni di origine con vini nati solo da uvaggi.

Le tipologie dei vini a cui viene attribuita la Doc comprendono: Garda Chardonnay, Garda Cortese, Garda Garganega, Garda Pinot bianco, Garda Pinot grigio, Garda Riesling, Garda Riesling italico, Garda Sauvignon, Garda Spumante Rosè, Garda Barbera, Garda Corvina, Garda Cabernet, Garda Cabernet Franc, Garda Cabernet Sauvignon, Garda Merlot, Garda Pinot nero e Garda Marzemino. I mosti e i vini a denominazione di origine controllata "Garda" con i nomi di vitigno Pinot Bianco, Chardonnay e Riesling possono essere elaborati nella versione Spumante e devono essere ottenuti esclusivamente per rifermentazione naturale.

 Vitigno

Bianco Classico: Riesling e/o Riesling italico min. 70%, possono concorrere, congiuntamente o disgiuntamente, anche uve provenienti da altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, raccomandati e/o autorizzati nella provincia di Brescia, max. 30%. Con menzione del vitigno Bianchi: Garganega (anche frizzante), Pinot Bianco (anche spumante), Pinot GrigioChardonnay (anche frizzante, spumante), Riesling (anche spumante), Riesling Italico, Cortese, Sauvignon: min. 85% dei corrispondenti vitigni; possono concorrere altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, racc. e/o aut. nelle province di Brescia, Mantova e Verona max. 15%. Chiaretto Classico (anche Spumante), Rosso Classico (anche Novello), Rosso Superiore Classico: Groppello min. 30%, Marzemino min. 5%, Sangiovese min. 5%, Barbera min. 5%; possono concorrere anche le uve provenienti da vitigni racc. e/o aut. per la provincia di Brescia max. 10%. Con menzione del vitigno Rossi: Cabernet (Franc e/o Sauvignon e/o Carmenère), Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, Merlot, Marzemino, Corvina, Barbera: min. 85% dei corrispondenti vitigni, possono concorrere altri vitigni a bacca nera, non aromatici, racc. e/o aut. nelle province di Brescia, Mantova e Verona max. 15%. Groppello Classico, Groppello Riserva Classico: min. 85% Groppello nei tipi Gentile, Mocasina e Groppellone; possono concorrere altri vitigni a bacca nera, non aromatici, racc. e/o aut. nella provincia di Brescia max. 15%. Garganega, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Chardonnay, Tocai (da Tocai Friulano), Riesling Italico, Riesling, Cortese, Sauvignon: almeno 85% dai corrispondenti vitigni; fino al 15% rimanente da vitigni a bacca bianca, non aromatici, raccomandati e/o autorizzati nelle province di Verona, Mantova e Brescia.

 Caratteristiche

Aspetto   

Il Garda Doc, nelle tipologie dei vini Bianchi, si presenta con colore giallo paglierino, il Rosso e tutte le sue tipologie hanno colore rosso rubino da giovane, tendente al granato con l'invecchiamento.

Profumo  

Le tipologie del Garda Doc Bianco hanno odore vinoso, quelle del Garda Doc Rosso hanno odore vinoso, intenso, con profumo gradevole.

Gusto  

Il Garda Bianco in bocca si presenta asciutto, sapido, fine, vellutato, il Rosso ha sapore asciutto, intenso, vellutato, armonico.

Gradazione  

Le gradazioni minime previste variano dai 10,00% vol - 11,00% vol per i Bianchi e 11,50% vol-12,00% vol per i Rossi.

Età ottimale    Il vino a denominazione di origine controllata "Garda" con la specificazione aggiuntiva "Classico" Rosso Superiore può essere immesso al consumo solo dopo il 31 dicembre dell'anno successivo alla vendemmia; il vino a denominazione di origine controllata "Garda" Classico Groppello può riportare la menzione Riserva solo qualora venga sottoposto a un periodo minimo di invecchiamento obbligatorio non inferiore a 2 anni. Il periodo di invecchiamento decorre da novembre dell'anno di produzione delle uve.

 

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Garda Garganega
  • Garda Pinot bianco
  • Garda Pinot grigio
  • Garda Chardonnay
  • Garda Riesling
  • Garda Riesling italico
  • Garda Sauvignon
  • Garda Cortese
  • Garda frizzante
  • Garda Pinot bianco spumante
  • Garda Chardonnay spumante
  • Garda Riesling spumante
  • Garda spumante rosé
  • Garda Cabernet
  • Garda Cabernet Sauvignon
  • Garda Merlot
  • Garda Pinot nero
  • Garda Marzemino
  • Garda Corvina
  • Garda Barbera
  • Garda Classico bianco
  • Garda Classico chiaretto
  • Garda Classico rosso
  • Garda Classico rosso novello
  • Garda Classico rosso superiore
  • Garda Classico Groppello (anche Riserva)

 Calice e servizio

Il Garda nelle tipologie del Bianco va degustato in calici di media capacità a tulipano svasato, a una temperatura di 8-10°C. Il Rosso va invece servito in calici bordolesi a una temperatura di 16-18°C.

 

 

 Abbinamento con i   cibi

Il Garda Doc, in tutte le sue varietà, è un vino estremamente versatile, quindi adatto a tutti i tipi di pasto e preparazioni.