Salamino alla Cacciatora Dop

Il Salamino alla Cacciatora Dop è un piccolo salume appetitoso e dal gusto inconfondibile. Il sapore risulta molto dolce e delicato: a ciò è dovuto probabilmente l’indiscusso successo di questo prodotto. Il Salamini alla Cacciatora Dop è ottenuto solo dai migliori suini italiani allevati e trasformati esclusivamente nell’area prevista dal disciplinare con precise regole di allevamento e alimentazione, per la cui produzione vengono usati solo i tagli più nobili: parti della muscolatura striata e grasso della migliore qualità, che conferisce all'insaccato un tipico sapore dolce.

È un salametto di forma cilindrica, consistenza compatta e non elastica. Al taglio la fetta si presenta compatta ed omogenea. Il colore è rubino uniforme con granelli di grasso ben distribuiti, il profumo è delicato e caratteristico.

La produzione di questo salame è iniziata nelle zone collinari del territorio lombardo, da cui si è estesa alle regioni limitrofe dell'area settentrionale e si fa risalire, come per tutti gli insaccati, all'epoca delle invasioni longobarde. Infatti, le popolazioni barbariche, durante le loro migrazioni, utilizzavano cibi a lunga conservazione, per lo più a base di carne suina.

La materia prima è costituita principalmente da carni magre derivanti dalla muscolatura striata delle carcasse di suino, grasso suino duro, sale, pepe a pezzi o macinato e aglio. Possono essere addizionati con vino, zucchero, latte o proteine del latte, ma anche con coltura di avviamento alla fermentazione, nitrato di sodio e di potassio, acido ascorbico e loro sale sodico. Tutto il preparato viene insaccato in budelli naturali o artificiali di diametro non superiore a 75 millimetri, eventualmente legati in filza, e di lunghezza non superiore a 350 millimetri. La stagionatura è breve e di almeno 10 giorni, giusto il tempo necessario per consentirne il consumo immediato.

Il nome deriva da un diffuso uso rurale secondo cui i cacciatori li portavano con sé, nelle loro escursioni, perché, date le dimensioni ridotte, potevano stare tranquillamente nelle bisacce.