Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda

Il Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Pavia. Già considerato una tipologia della DOC Oltrepò Pavese, con DM 03/08/2010 ha ottenuto la qualifica di DOC a sé stante con la denominazione ufficiale di Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda.

La zona di produzione delle uve comprende la fascia vitivinicola collinare dell’“Oltrepò Pavese” per gli interi o parziali territori dei seguenti comuni: Bosnasco, Montù Beccaria, Cigognola, Santa Maria della Versa, Pietra de’ Giorgi, Broni, Stradella, Zenevredo, Canneto Pavese e Montescano in provincia di Pavia.

Il vino Sangue di Giuda prende il proprio nome dal colore rosso rubino che lo caratterizza. Una leggenda vuole che Giuda dopo essersi pentito nell’aldilà sia resuscitato e comparso nel paese di Broni. Riconosciuto dagli abitanti intenzionati ad ucciderlo per la seconda volta, si salva compiendo un miracolo: libera dai parassiti i vitigni locali che da allora acquistano la specifica denominazione vinicola. 

Viene prodotto anche nelle tipologie Frizzante e Spumante.

 Vitigno

 

Barbera: dal 25% al 65%, Croatina: dal 25% al 65%, Uva rara, Ughetta (Vespolina) e Pinot nero: congiuntamente o disgiuntamente, fino a un massimo del 45%..

 Caratteristiche

Aspetto   

Colore rosso rubino intenso.

Profumo  

Odore vinoso intenso.

Gusto  

Il sapore è pieno, di corpo e dolce, talvolta vivace e leggermente tannico.

Gradazione  

La gradazione minima prevista è di 12,00% vol; per la tipologia Spumante è di 9,00% vol.

Età ottimale    

  Calice e servizio

Va servito in calici di media ampiezza a temperatura di 10 °C.

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda
  • Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda Frizzante.
  • Sangue di Giuda dell'Oltrepò Pavese o Sangue di Giuda Spumante. 

 Abbinamento con i   cibi

È generalmente un vino da dessert, si esprime al meglio se gustato in compagnia di dolci a base di frutta fresca. Da provare anche con formaggi secchi piccanti.